Pronto intervento H24: 800.99.51.01 - Servizio clienti: 800.91.55.22 telefono: 0872 724270

info@sasispa.it

DEPURAZIONE

SERVIZIO DEPURAZIONE

Il trattamento dei reflui raccolti e trasportati dai sistemi fognari per il tramite degli impianti di depurazione completa la gestione del servizio idrico integrato. Costituisce l’anello finale della catena ed è soggetto ad una severa regolamentazione nonché a continue verifiche di controllo da parte delle competenti autorità.

Gli impianti presenti nei 92 Comuni del territorio dell’Ato 6 e che la SASI gestisce sono numerosissimi, anche per effetto della natura morfologica del terreno : si tratta di 141 impianti di depurazione e circa 360 fosse Imhoff.

Vale la pena sottolineare che le 360 fosse Imhoff e buona parte dei 141 impianti di depurazione sono al servizio di piccolissime comunità, e l’effetto di frammentazione diffusa implica di contro un notevole impegno gestionale.

I due impianti depurativi maggiori, Santa Liberata di Lanciano e Peticcio di Ortona, da soli rappresentano un quarto della potenzialità totale trattata da tutti gli altri impianti.

Tutti i depuratori sono presidiati da personale tecnico ed operativo SASI di grande competenza ed esperienza; molti impianti sono stati rimessi in funzione dopo anni di abbandono e gli sforzi maggiori consistono nel cercare di dare continuità di funzionamento ad impianti talvolta in condizioni fatiscenti.

Un salto di qualità nel settore sarà rappresentato dalla attuazione del programma di investimento già previsto ed in fase di attuazione; un ulteriore miglioramento del servizio potrà essere conseguito se ci sarà la possibilità di implementare tecnologia (trattamenti terziari particolari ed altro) e telecontrollo al fine di verificare costantemente il normale funzionamento.

Al personale operante normalmente presso gli impianti maggiori è affidata anche la gestione degli impianti più piccoli, sui quali vengono effettuati sopralluoghi controlli ed operazioni di manutenzione ordinaria e traordinaria.

Il conseguimento nel corso del 2005 e del 2006 da parte dei Comuni costieri delle ambite “bandiere blu” per il mare costituisce motivo di orgoglio per i risultati raggiunti e di sprone per il miglioramento del servizio.